E’ ormai scattato il conto alla rovescia per il Salone Nautico di Genova 2016, un’edizione non meno tormentata delle ultime dati i conflitti anche aspri ai quali abbiamo assistito nel mondo delle associazioni di categoria durante l’ultimo anno. Un contrasto tra UCINA e Nautica Italiana che, come abbiamo ripetuto piu volte, appare ormai stucchevole e privo di senso agli occhi degli operatori del settore. Polemiche a parte, manca ormai veramente poco al Salone Nautico di Genova, in programma dal 20 al 25 settembre. Siamo molto curiosi di vedere che edizione sarà, come sempre ve la racconteremo capillarmente, elogiando dove ci saranno eccellenze da evidenziare, criticando quando, speriamo di no, ci sarà da criticare. Il dato sugli espositori al momento sembra buono, abbiamo notizie di moltissime aziende del settore che saranno presenti a Genove e i numeri diffusi da UCINA confermerebbero un buon trend. Di fatto, ad oggi, il Salone resta effettivamente l’unica grande vetrina fieristica italiana dedicata alla nautica.
Il Comunicato di UCINA
ICE rafforza il sostegno alla filiera nautica italiana attraverso un articolato programma di supporto al Salone Nautico Internazionale di Genova, di gran lunga la prima vetrina di settore del Mediterraneo, unico evento iscritto nel calendario fieristico internazionale.
Nell’ambito del Piano Straordinario di Promozione del Made in Italy 2016 varato dal Ministero dello Sviluppo Economico, ICE-Agenzia e UCINA, l’Associazione di categoria di Confindustria, organizzano la visita di diverse delegazioni di operatori e giornalisti di settore.
Fitto il programma degli incontri B-to-B con la Missione Operatori, che coinvolgerà i responsabili degli uffici tecnici dei cantieri, uffici acquisti, buyer, distributori internazionali e broker. Di particolare rilievo la presenza, per la prima volta in Italia, di una delegazione di 15 broker indipendenti della Florida Yacht Broker Association, storica associazione americana che conta oltre 1.200 soci attivi nel settore del commercio di imbarcazioni in uno dei mercati più vivaci in assoluto.
Il 21 e 22 settembre gli operatori esteri saranno disponibili per incontrare, presso la Lounge B-to-B dedicata (ubicata nel Padiglione B del Salone), le aziende espositrici italiane che ne faranno richiesta.
Grazie al lavoro svolto dagli uffici ICE Agenzia nel mondo, sono attesi giornalisti, operatori professionali e broker provenienti 32 Paesi, fra cui Austria, Belgio, Brasile, Cina, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Hong Kong, Israele, Malta, Medio Oriente (Arabia Saudita, EAU, Abu Dhabi), Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina, UK e USA.
Il sostegno delle istituzioni premia un Salone di Genova che, dopo le basi del rilancio gettate lo scorso anno, trova il riscontro positivo nell’aumento degli espositori (+21%), i segnali positivi del mercato interno, sottolineato anche dal ritorno degli espositori stranieri che ritrovano nel Made in Italy il loro punto di riferimento.