Guardia costiera tra le onde

Ieri sera, verso le 11, una barca a vela proveniente dalla Corsica ha lanciato un mayday, mentre si trovava a 13 miglia da Imperia a causa delle condizioni estreme del mare.

A lanciare il mayday ed a gestire le comunicazioni tra i soccorritori e la barca è stata una giovane di 12 anni, che con molta lucidità e sangue freddo ha condotto fino all’imbarcazione una motovedetta della Guardia Costiera partita da Imperia ed un elicottero decollato da Genova. Le manovre di di recupero sono state particolarmente complesse per la scarsa visibilità causata non solo dal vento e dal mare, ma anche dall’orario (poco dopo le 23.00), che ha reso difficile l’individuazione della barca a vela, soprattutto da parte della motovedetta. Anche in questo caso è stato determinante il contatto tra la giovane e gli uomini della Guardia Costiera.

Le comunicazioni sono state gestite dalla ragazza mentre il padre ed il fratello maggiore erano impegnati nel tentativo di non far imbarcare acqua alla barca, mantenendola più stabile possibile. Il mare al momento del recupero era forza 5 ed il vento soffiava a circa 25 nodi.

Dopo il recupero tutti i membri dell’equipaggio sono stati portati in ospedale ad Imperia per alcuni controlli e sono stati dimessi oggi in mattinata. L’imbarcazione invece è attualmente alla deriva in mezzo al mare.

Gregorio Ferrari