In occasione del Salone Nautico di Genova 2012, Liguria Nautica ha moderato il dibattito e confronto aperto a tutti i diportisti, promosso dalla community “forum del diportista”, al Teatro del Mare. Da un lato le parti istituzionali: Lucio Petrone, presidente della Consulta dell’Utenza Nautica nonché direttore della rivista “Nautica”, Massimiliano Grimaldi, avvocato marittimista e Gianbattista Ponzetto, comandante della Capitaneria di porto di Genova;  dall’altra la platea composta dagli utenti della nautica, diportisti, appassionati e operatori. Gli interventi sono stati registrati e, assieme a quelli che nasceranno sul forum online (www.forumdeldiportista.it), andranno a confluire nel “libro nero” della nautica che sarà fatto pervenire al prossimo Governo.

 

Il Salone Nautico, come vetrina del comparto della nautica, regala subito sputi di discussione, raccolti dai protagonisti con grande passione e interesse perché, come specifica il presidente CUN (Consulta dell’Utenza Nautica),  «prima di essere utenti della nautica siamo appassionati del mare e del mondo della nautica, è questa passione che deve tornare e dobbiamo riuscire a trasmettere». Proprio Petrone apre il dibattito, sviscerando il problema della crisi nel mondo delle imbarcazioni e aggiunge i provvedimenti presi per affrontare e superare la crisi, conseguenza della congiuntura e conomica: «La CUN si è riunita per mettere a punto delle modifiche sulle leggi della nautica, coinvolgiendo, gli utenti, le federazioni e chi promuoe il comparto, abbiamo chiesto collaborazione al Governo e saremo ricevuti la prossima settimana; proporremo una serie di modifiche che aggiusterannole leggi sul codice della nautica a partire dall’ambiente».

 

Quando la parola passa agli ascoltatori il discorso si fa più pratico: le lamentele sui controlli eccessivamante frequenti da parte delle autorità temgono principalemte baco, da qui l’impegno, da parte del presidente Petrone, di portare al Governo una modifica della norma che non specifica da parte di chi devono essere effettuati i controlli in mare.

 

Lo sforzo previsto dal comparto della nautica, per uscire da questo periodo nero, è e sarà impegnativo e dispendioso, ma non fare niente, che nella maggior parte dei casi porta a niente, sarebbe più deleterio: le Vostre riflessioni sono un punto di partenza di partenza efficace per portare avanti un cambiamento inevitabile e positivo per tutti gli appassionati di mare come noi.

 

G.S.

 

(nella foto, sul palco, da sinistra a destra: Massimiliano Grimaldi, avvocato marittimista; Lucio Petrone, presidente della Consulta dell’Utenza Nautica; Giambattista Ponzetto, comandante della CP; Eugenio Ruocco, direttore di Liguria Nautica)