Un Salone Nautico vecchio stile?

C’è grande attesa per l’edizione numero 57 di quello che è sempre stato il Salone Nautico di riferimento a livello nazionale e non solo. Fino a qualche anno fa lo era sicuramente anche in ambito internazionale, poi, complice la grande crisi economica globale ed una serie di concause che non è nostra intenzione analizzare, “Il Salone Nautico” per antonomasia aveva perso progressivamente quel fascino che lo portava ad essere considerato una delle location per eccellenza a livello mondiale.

Oggi, grazie anche ad un importante lavoro di “ricomponimento” da parte di Ucina Confindustria Nautica e alle politiche di rilancio dettate dalla sua presidente, Carla Demaria, il Salone Nautico di Genova torna a risplendere di luce propria e a suscitare l’interesse di alcuni grandi marchi che, dopo anni di assenza, hanno deciso di prendere di nuovo parte alla manifestazione genovese.

Tra i grandi ritorni, Azimut Yachts, uno dei più prestigiosi cantieri a livello internazionale, unico nel definire standard stilistici e industriali che hanno rivoluzionato il settore della nautica. Ritorno di nobile caratura anche per un altro brand, sinonimo di esclusività, che ha contribuito a rendere famosa la manifattura nautica italiana nel mondo, ovvero Baglietto Yachts, oggi di proprietà del Gruppo Gavio, tra i principali gruppi industriali d’Italia, che controlla anche Bertam Yacht. Ed ecco quindi di nuovo a Genova un altro grande marchio americano, nato nel 1960, che rappresenta da sempre il desiderio proibito di tanti diportisti.

Restando sulle barche “made in USA” che, con i loro scafi, hanno rappresentato la storia d’oltreoceano, i visitatori del Salone Nautico potranno ammirare nuovamente i modelli di prestigiosi cantieri come WellCraft con le sue performanti barche da pesca e con i suoi velocissimi scafi Scarab nati per correre, Four Winns con gli open e le sport-boats e la vasta gamma di fast-commuter e barche della famiglia Sea Ray.

Ritornano inoltre al Salone Nautico i celebri gommoni della famiglia Zodiac, uno dei brand che è stato pioniere nella costruzioni di imbarcazioni pneumatiche ad uso professionale. Per i cantieri europei, infine, gradito rientro per Galeon Yachts. Il cantiere polacco, che dal 1982 produce imbarcazioni dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, si è affermato per il design originale e per il buon livello di lavorazione artigianale evidenziato sull’intera gamma dei suoi modelli.

Andrea Bergamini