Dopo le recenti applicazioni delle motorizzazioni IPS di Volvo Penta su Amer Cento Quad dei cantieri Permare, è cresciuto di molto l’interesse per queste motorizzazioni.

Per soddisfare ogni curiosità in merito, abbiamo chiesto a Peo Cuneo, titolare della Motonautica Cuneo di Genova, di spiegarci qualcosa in più su questi prodotti, cercando anche di affrontare una serie di tematiche sempre d’attualità.

LN – Sig. Cuneo, le motorizzazioni IPS di Volvo stanno suscitando molta attenzione nel settore, può spiegarci nel dettaglio di cosa si tratta e che tipi di applicazioni sono possibili?

P.C. – L’IPS è una nuova trasmissione posta sotto la chiglia dell’imbarcazione, monta due eliche contro-rotanti trattive (rivolte verso prua) e possono sterzare indipendentemente. Si possono installare su una vasta gamma di imbarcazioni da 33 a 100 piedi plananti e semi dislocanti. La vasta gamma di potenze disponibili e la possibilità di montare 2, 3 o 4 motori rende disponibile qualsiasi potenza richiesta. Oggi sono in produzione anche imbarcazioni da lavoro molto diffuse in nord Europa.

 LN – Qual è il valore aggiunto di questo prodotto e soprattutto perché sceglierlo?

P.C. – La posizione delle trasmissioni sotto carena rende la forza trattiva delle eliche parallela alla carena eliminando la potenza non sfruttata in spinta verso il basso caratteristica delle installazioni in linea d’asse. Le doppie eliche trattive hanno un altissimo rendimento dovuto all’elevata superficie complessiva delle 6 pale ed alla possibilità di lavorare in acqua completamente “ferma” priva di filetti fluidi normalmente presenti originati da tutto ciò che si trova davanti alle eliche nelle tradizionali installazioni.

Lo sterzo è gestito elettricamente da servomotori comandati dall’impianto tramite un sofisticato software, usando il joy stick si può manovrare l’imbarcazione con semplicità estrema permettendo traslazioni laterali perfette senza l’ausilio di eliche di manovra prodiere e poppiere. Non dovendo montare linee d’asse, timoni o cavalletti, il costo di installazione dell’impianto è inferiore e più veloce. Non avendo linee d’asse boccole e cavalletti, nelle installazioni IPS spariscono inoltre tutte le vibrazioni dando così un confort mai visto. A parità di dislocamento aumentando il rendimento dell’apparato motore si riducono notevolmente i consumi di carburante.

 LN – Motonautica Cuneo è una realtà con ben 30 anni di esperienza nel settore e, soprattutto, un centro autorizzato. Perché è importantissimo affidarsi ad una realtà riconosciuta per le riparazioni o l’acquisto di nuovi impianti e/o apparati motore?

P.C. – Il nostro lavoro negli ultimi anni è molto cambiato, motori ed impianti di ultima generazione sono tutti gestiti elettronicamente. Pur dovendo sempre fare il tradizionale lavoro di meccanica, oggi, chi fa il nostro lavoro, deve saper gestire anche la parte informatica. Noi abbiamo un gande passato da meccanici ma siamo riusciti ad essere molto bravi anche nella gestione della parte informatica. Ci siamo infatti attrezzati con le ultime tecnologie per quanto riguarda strumenti di diagnosi e programmazione ed abbiamo formato parte del personale per utilizzarle al meglio. Ci siamo inoltre dotati di un magazzino ricambi per parti meccaniche, centraline e sensori che servono a gestire i nuovi sistemi. In sintesi conosciamo il prodotto, sappiamo come funziona e siamo in grado di intervenire sia per la parte meccanica tradizionale che  per la parte elettronica.

 LN – Oggi è sempre più importante offrire un’alta qualità dei prodotti ma anche dei servizi integrati. Quali servizi e prodotti “aggiuntivi” si possono trovare rivolgendosi alla Motonautica Cuneo?

P.C. – Oltre ad essere molto preparati per la parte tecnica, siamo organizzati anche per la parte commerciale. Siamo in grado di finanziare tramite banche di primaria importanza, Santander ed Agos, acquisti e refitting di imbarcazioni, moto d’acqua e motori direttamente presso la nostra sede. Abbiamo poi siglato un contratto di collaborazione con 24h Assicurazioni che ci dà la possibilità di stipulare contratti assicurativi anche per imbarcazioni sotto i 10 metri. Oggi motonautica Cuneo è in grado di offrire tutti i servizi aggiuntivi necessari alle imbarcazioni motorizzate con i sistemi di ultima generazione, organizzare e seguire operazioni di refitting e molto altro.

LN – Sig. Cuneo, da operatore ultra trentennale operante nella nautica si sente di darci una sua valutazione in riferimento all’attuale stato della nautica, soprattutto con l’avvicinarsi dell’inizio di una nuova stagione?

P.C. – La valutazione che mi chiedete è molto difficile. Dopo quasi 10 anni di profonda crisi tutti vogliono respirare un’aria di ottimismo. Personalmente posso dire che i nostri clienti finali hanno voglia di mare, un timido interesse si sta risvegliando ma i loro acquisti sono ancora molto conservativi. Non me la sento di fare festa, ci sono ancora troppe variabili che possono infastidire il mercato.

Daniele Motta